Blog: http://nefeli.ilcannocchiale.it

28 mesi

A saper fare il calcolo delle lune e delle maree, verrebbe da riflettere. Tanti i dati e i numeri, cifre tonde e dispari su lati diversi di fogli quadrettati; i fori dei punti, la schiena curva delle parentesi. Ad ogni passo di questi mesi, e rilevando ogni levarsi e cadere nei giorni del sole, l'alternarsi obliquo e inutile di stagioni, ci sarebbe davvero da tirare le fila, o almeno le somme. Lo scurirsi del cielo dalla finestra, il passaggio dell'ombra sul cemento qui fuori, crepa per crepa, soglia dopo soglia, ha contato i minuti e ha svolto la sua storia mentre tenevo le spalle voltate. Quando guardo adesso girando la testa, ritrovo un mondo geometrico. Sibillino di forme che non svelano segreti.
Eppure anche io lo so, 28 mesi: li ho contati a modo mio. E come gli stucchi e le antenne del palazzo di fronte che mi ha guardato fino ad ora, anche io non so dirgli il mistero di questo tempo trascorso. Io e lui ci guardiamo soltanto, a tratti sollevando un sopracciglio.

Pubblicato il 6/2/2006 alle 13.20 nella rubrica Manuale per bambine cattive.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web