Blog: http://nefeli.ilcannocchiale.it

Egocentrismo pubico/pudico

Ambientazione: baretto romano a Campo de' Fiori. Tutt'intorno squinziette con cosce su cui colavano sguardi lubrici di maschietti che ridevano tra loro con i denti ben in vista.
Primo piano del mio volto annoiato, seduta al tavolino con un amico posato, intelligente, sempre elegante e un'amica affascinante e smemorata. Una Marylin senza un Howard Hawks che la magnifichi.
Con un felino scatto del collo allontano lo sguardo dal venditore di rose che avrebbe messo in serie ambasce il nostro cavaliere e mi rivolgo direttamente a lui:
"Basta essere chiare, no? Se provochi un uomo, ti strusci e gli metti due metri di lingua in gola, poi devi capire che quello ti vuole trombare nella sua Fiat Kia parcheggiata li' vicino."
L'amico e' perplesso, quasi spaventato. Stavano parlando di arrangiamenti floreali ai matrimoni lui e l'altra amica. Mi guardano, al rallentatore e prendono tempo.
Lui poi riacquista il suo aplomb e dice, candido: "Dovresti saperlo che a noi uomini piacciono le donne che fanno un po' le troie e poi non ce la danno..."
La piazza si e' improvvisamente rabbuiata. Le ragazze hanno messo le mani sui fianchi e si sono girate verso di lui come pescivendole imbestialite. Gli uomini hanno tossicchiato mentre smettevano di ridere ritirando la dentatura nell'apposito ricettacolo di cui la natura li aveva dotati. Persino Giordano Bruno di e' calato il cappuccio sulle spalle e ha voltato la testa. Ho sentito, distintamente, una pernacchia generale.
Poi ho scosso la testa e niente era mutato. Gli uomini nitrivano, le donne divaricavano le caviglie sui loro trampoli alla Almodovar e il mio amico, raggiante, ammiccava verso la mia amica che sorrideva.

Sono stata assalita da un vero moto di terrore, come fossi precipitata in un film horror.
Questo egocentrismo e' tra i piu' infidi, perche' ben mascherato da perbenismo. Che dolore.

Pubblicato il 10/4/2005 alle 17.27 nella rubrica Egoisti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web