Blog: http://nefeli.ilcannocchiale.it

porte

Il corridoio è lungo e le porte sono tutte scure,
con un filo dorato intorno ai cardini e alle fessure,
incertezze della mano di un falegname.
Non poteva saperlo, non poteva,
che il corridoio si sarebbe popolato di sogni sconosciuti.
Artefice ignaro, aveva sbagliato, forse per grossolana arte
o forse perché una porta serve a nascondere, non a cancellare.
E poi, al di là del legno e della maniglia potrebbe non esserci niente,
solo un mondo che attende ancora di essere creato.

Pubblicato il 2/7/2008 alle 18.14 nella rubrica Poesie politiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web