.
Annunci online

nefeli

VINCITORE ACQUA CAMOMILLA DOLCE PROSECCO

concorsi 9/4/2005

Non ho ricevuto altri tentativi di risolvere creativamente la mia proposta, allora premio sia barbara che Quaderno che Linus, i tre che hanno partecipato e che, in modo diverso, hanno dato risposte memorabili. Ve le ricordo:

 Linus:[che non e' il linus qui del cannocchiale!!!! e' un amico slinkato]

"L'uomo felice, che pensa alle grazie soffici dell'ultima donna che ha
conosciuto, ha ordinato un dolce: guarda la panna, la cioccolata, e
pensa ale gioie del sesso.
La depressa ha preso un bicchiere d'acqua: ha terrore di ingrassare,
crede di on piacere più a nessuno e si sente insignificante, senza
odore, senza sapore, come se fosse trasparente, infatti guarda il
bicchiere e si dice che l'acqua le assomiglia: inodore, insapore,
incolore.
L'insoddisfatto sorseggia la sua camomilla, augurandosi almeno di
riuscire a dormire e di non essere roso dall'ansia di prestazione.
Il nevrotico infine, bocca asciutta da quanto parla (tipo Woody Allen)
si scola un pessimo prosecco, senza badare a cosa ingolla e tutto
intento nella sua nevrosi."


Quaderno ha detto
"La donna insoddisfatta prende il prosecco,tenta di ubriacarsi e provarci
con l'uomo felice che però prende l'acqua x rimanere lucido ed
evitarla,intanto il nevrotico prende una camomilla mentre sbraita
contro il povero depresso(innamorato della donna insoddisfatta)che si
consola con un dolce!"



Barbara ha detto:

"Allora, la logica banale vorrebbe che il nevrotico si prendesse la
camomilla per calmarsi, ma il fatto è che il nevrotico non si accorge
affatto di essere nevrotico: lui è convinto che siano gli altri a farlo
incazzare, e quindi si prende il dolce per compensare. Quella
insoddisfatta è chiaramente la donna, che è la moglie del nevrotico, e
si prende la camomilla per calmare la tentazione di strangolarlo. Il
depresso si prende il prosecco, semplicemente perché se lo trova lì
davanti, senza neanche guardare, e il felice prende l'acqua: tanto sta
già bene così."

Devo dire pero' che Quaderno e' alla sua seconda nomination non-vincitrice sul mio blog. Voglio dire che sta ricevendo varie menzioni di merito e allora penso che le conferiro' in questo caso il PREMIO SPECIALE CORAGGIOSA DEL MESE, avendo partecipato attivamente a questo blog fuori di testa.
Dunque faro' il suo ritratto a breve.
Complimenti agli altri due!!





permalink | inviato da il 9/4/2005 alle 10:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Ultimo giorno per il concorso

concorsi 7/4/2005

"acqua dolce camomilla prosecco"
Venghino signori, venghino!



permalink | inviato da il 7/4/2005 alle 10:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

acqua dolce prosecco camomilla UPDATE

concorsi 6/4/2005

Abbiamo una new entry: linus.
Dice;
Insomma, mi butto pure io:
L'uomo felice, che pensa alle grazie soffici dell'ultima donna che ha conosciuto, ha ordinato un dolce: guarda la panna, la cioccolata, e pensa ale gioie del sesso.
La depressa ha preso un bicchiere d'acqua: ha terrore di ingrassare, crede di on piacere più a nessuno e si sente insignificante, senza odore, senza sapore, come se fosse trasparente, infatti guarda il bicchiere e si dice che l'acqua le assomiglia: inodore, insapore, incolore.
L'insoddisfatto sorseggia la sua camomilla, augurandosi almeno di riuscire a dormire e di non essere roso dall'ansia di prestazione.
Il nevrotico infine, bocca asciutta da quanto parla (tipo Woody Allen) si scola un pessimo prosecco, senza badare a cosa ingolla e tutto intento nella sua nevrosi.



Quaderno ha detto La
donna insoddisfatta prende il prosecco,tenta di ubriacarsi e provarci
con l'uomo felice che però prende l'acqua x rimanere lucido ed
evitarla,intanto il nevrotico prende una camomilla mentre sbraita
contro il povero depresso(innamorato della donna insoddisfatta)che si
consola con un dolce!

Barbara ha detto
Allora, la logica banale vorrebbe che il nevrotico si prendesse la
camomilla per calmarsi, ma il fatto è che il nevrotico non si accorge
affatto di essere nevrotico: lui è convinto che siano gli altri a farlo
incazzare, e quindi si prende il dolce per compensare. Quella
insoddisfatta è chiaramente la donna, che è la moglie del nevrotico, e
si prende la camomilla per calmare la tentazione di strangolarlo. Il
depresso si prende il prosecco, semplicemente perché se lo trova lì
davanti, senza neanche guardare, e il felice prende l'acqua: tanto sta
già bene così.


E' notevole che la donna sia o l'insoddisfatta o la depressa del gruppo. Nessuno pensa che una donna in mezzo a tre uomini possa essere quella felice??
Per ora direi che:
Linus e' stato il piu' letterario, il piu' strutturato narrativamente nella descrizione.
Quaderno la piu' cinematografica, vera sceneggiatrice di questa vicenda da bar.
Barbara e' stata la piu' spiritosa.
Propendo per Barbara per ora, anche se gli altri due sono stati altrettanto creativi. Ma sono una tipa un po' dark che ama l'umorismo...





permalink | inviato da il 6/4/2005 alle 9:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

acqua dolce prosecco camomilla

concorsi 3/4/2005

Prima ricognizione: hanno risposto due sagge donne (ma i maschietti dove sono? Tutti a votare? Eh... noi signore ci siamo alzate all'alba per ramazzare, preparare il pasto domenicale, andare a votare presto presto per poi fare la tavola con calma)...
Comunque: Quaderno ha detto La donna insoddisfatta prende il prosecco,tenta di ubriacarsi e provarci con l'uomo felice che però prende l'acqua x rimanere lucido ed evitarla,intanto il nevrotico prende una camomilla mentre sbraita contro il povero depresso(innamorato della donna insoddisfatta)che si consola con un dolce!
Barbara ha detto Allora, la logica banale vorrebbe che il nevrotico si prendesse la camomilla per calmarsi, ma il fatto è che il nevrotico non si accorge affatto di essere nevrotico: lui è convinto che siano gli altri a farlo incazzare, e quindi si prende il dolce per compensare. Quella insoddisfatta è chiaramente la donna, che è la moglie del nevrotico, e si prende la camomilla per calmare la tentazione di strangolarlo. Il depresso si prende il prosecco, semplicemente perché se lo trova lì davanti, senza neanche guardare, e il felice prende l'acqua: tanto sta già bene così.

Vediamo la visione che ne viene fuori. Entrambe le donne hanno pensato che il personaggio femminile e' l'
insoddisfatta. Interessante. Per entrambe la donna e' in una situazione infelice, vuoi perche' e' snobbata dal tipo che sta cercando di attraccare, vuoi perche' e' sposata col nevrotico. Mentre Quaderno pero' immagina un intreccio uomo-donna-uomo tipo Nouvelle Vague (in cui tutti finiscono col due di picche), Barbara ha piu' un'impostazione da teatro dell'assurdo, in cui nessuno parla con nessun altro. Tra parentesi, l'acqua e' bevuta sempre dal felice. Ci sara' una spiegazione sociale di cio'? Io credo di si... Spremetevi le meningi voialtri!




permalink | inviato da il 3/4/2005 alle 18:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Un dolce un prosecco una camomilla un'acqua minerale

concorsi 3/4/2005

Al tavolo accanto al mio l'altra sera c'erano quattro persone. Una ha ordinato un dolce, una un prosecco, una una camomilla e l'ultima acqua. Erano tre uomini e una donna.
A mio parere questa era la composizione del gruppo.
Un depresso
un nevrotico
un insoddisfatto
uno felice.
Li ho citati in ordine sparso. Secondo voi chi era chi? Chi ha preso l'acqua, chi il prosecco, chi la camomilla e chi il dolce?



permalink | inviato da il 3/4/2005 alle 16:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

Perche' ripudio Tolstoy

concorsi 1/4/2005

1. Perche' invece di lasciare il lettore libero di vagare per i suoi romanzi e di fantasticare, lo prende per mano come un bambino e gli mostra solo quello che vuole che veda. Cose meravigliose, ma senza liberta'. Tolstoy accusava Dostoevskij (mettete voi la dieresi) di essere un magnifico cavallo di razza montato dal lettore che poi, in mezzo alla fanghiglia, veniva disarcionato e abbandonato a se stesso. Una bellissima immagine, ma mi sfugge perche' debba questo essere un difetto. Nelle opere di Dostoevskij si e' lasciati liberi, infatti, spesso si e' abbandonati in un pantano (credo fosse questo il termine usato da Tolstoy), ma si e' pur sempre liberi.
2. Perche' odiava Dostoevskij ma poi lo copiava. Nella Sonata a Kreutzer, scritta subito dopo il grande successo dell'Idiota, Tolstoy usa la stessa struttura narrativa inzuppata pero' di morale raccogliticcia.
3. Perche' spesso e' stato piu' uno sciacallo, un vampiro della cronaca che un immaginatore (esiste il termine?) La Sonata di cui sopra ha fatto quello che potrei fare io oggi se pubblicassi un vivido, sanguinolento libro sul delitto di Cogne. Posso anche scrivere molto bene, ma e' facile, troppo facile.
4. Perche' teneva un libricino con i nomi delle sue amanti nascosto negli stivali perche' sua moglie non lo trovasse. Sua moglie forse non lo spogliava mai, pero' lui continuava a stare con lei, libricino, stivali e tutto [e si badi bene che non sono una bacchettona. Ben venga la "coppia aperta" se entrambi sono d'accordo.]

Detto questo, e' anche vero che in Guerra e Pace ci sono dei momenti indimenticabili e che l'inizio di Infanzia e' tra le cose piu' belle che si possano leggere, un pezzo veramente mozzafiato. Ed e' anche vero che lui, che non e' stato mai davanti a un plotone d'esecuzione, ha descritto meglio una condanna a morte di quanto abbia saputo fare Dostoevskij. Magie della letteratura sopra la vita.



permalink | inviato da il 1/4/2005 alle 18:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

Prima nomination per il classico piu' brutto

concorsi 1/4/2005

Viene da unamelaalgiorno:

Il Grande Gatsby di Scott Fitzgerald: non mi è piaciuto il lessico, il ritmo, i personaggi.
Resto un'affezionata dei romanzieri francesi ottocenteschi (il logorroico Hugo compreso!)

Io mi riservo sempre di mettere le motivazioni della nomination per "La sonata a Kreutzer" di Tolstoy, ma la voglio articolare. Tanto me l'hanno gia' detto che sono puntigliosa... sigh



permalink | inviato da il 1/4/2005 alle 12:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa