.
Annunci online

nefeli

IL ROMPICOGLIONI torna alla Posta

IL ROMPICOGLIONI 10/6/2005

Salutato, come potete immaginare, da una salve di applausi e sorrisi. Si siede e legge il cartello: "Per la vostra riservatezza, si prega di non oltrepassare questa linea." IL ROMPICOGLIONI conta le mattonelle di 20cm l'una che separano la linea della riservatezza dal bancone. 2 mattonelle e mezzo.
IL ROMPICOGLIONI si chiede come 40 cm diano riservatezza ma non ha il tempo di darsi una risposta perche' nota tre signore sedute accanto che si lamentano.
"Ma io ho il C405 e aspetto da 20 minuti e tutti gli sportelli servono solo le A!" (spiegazione, a seconda dell'operazione da compiere si prende un numeretto progressivo con una lettera che fa riferimento, appunto, all'operazione che si deve fare)
La postina con la scortesia solita l'apostrofa "Voi non vi dovete preoccupare di niente, ci pensiamo noi!" Mentre le tre donne sedute stanno insorgendo, la direttrice della filiale arriva in veste di paciere. "Signore, signore, vi prego. I numeri vengono serviti progressivamente non in base alla lettera A oppure C, ma in base all'orario di entrata. Chi e' prima arrivato, prima viene servito."
Nonostante la disarmante saggezza e democrazia di un tale procedimento, le tre signore si inalberano ancora di piu' "Ma e' inaudito!" "E allora a che serve avere una lettera differente?" eccetera.
IL ROMPICOGLIONI e' indispettito che tanta gente tenti di sostituirsi a lui gettando cattiva fama sul mestiere di rompicoglioni. Le signore stanno sbagliando tutto. Dovrebbero invece essere soddisfatte della risposta della direttrice. Ma i dilettanti, si sa, saranno la rovina di noi professionisti...



permalink | inviato da il 10/6/2005 alle 12:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa