.
Annunci online

nefeli

Aprite bene le orecchie

paura dei moderni 5/11/2007

Da quando Steven Spielberg ha operato quella piccola rivoluzione nei film di guerra concentrando l'impatto emotivo dello sbarco in Normandia non nelle immagini ma sui suoni, film e telefilm hanno utilizzato in modo indiscriminato e spesso ingenuo questo innegabile colpo di stile.
C'è un telefilm in particolare, prodotto dai chiassosi fratelli Scott, che fa un tale uso di questa scorciatoia emotiva che si può ben dire che stiano cercando di influenzare il pubblico in modo subliminale. In "Numb3rs" l'intervento di rumori di disturbo è forse l'unica costante strutturale, insieme a uno spregiudicato uso di effetti speciali nel passare da una scena all'altra. Per creare tensione, comunicare incertezza, tenere, in sostanza, lo spettatore in uno stato di continua all'erta, i telefoni squillano continuamente nel sottofondo sonoro della centrale dell'FBI; durante inseguimenti o interrogatori particolarmente tesi, ecco che squillano dei trilli singoli, come di sirena interrotta o di imput elettronico che distraggono e infastidiscono.
Lo scopo è di ingrassare una serie che poggia su tematiche e svolgimenti di sceneggiatura sicuramente vecchi di un decennio con trucchi che facciano percepire qualcosa di nuovo - e allarmante.
Sono trucchi, fuochi fatui, linguaggio da specialisti della comunicazione, non da artisti.



permalink | inviato da nefeli il 5/11/2007 alle 20:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa