.
Annunci online

nefeli

Don Giovanni e sua mamma

Egoisti 21/2/2006

Quand'e' che una cosa cessa di essere strana? E quando un comportamento non e' piu' inusuale? Dopo averlo visto in altri per la seconda volta? Per la terza volta? Continuo ad incontrare uomini che dichiarano di avere teorie particolari, di avere comportamenti inusuali (strani, direte voi), no, non strani... come dire... originali. Di fronte a questa premessa, mi accingo curiosa all'ascolto.
La straordinarieta' comportamentale di cui parlano e' l'avere un'amante. Forse sono stata troppo succinta: il loro giro di parole e' certamente piu' lungo, e include specificazioni quali (tutte insieme o solo alcune per individuo):
1. Non sono uno che fa casini: non lo dico alla mia ragazza
2. Lo faccio sempre e da sempre, non sono scappatelle da terza eta' le mie, anche se la mia ragazza non l'ha mai saputo
3. Ho una dimensione morale anticonvenzionale, anche se la mia ragazza non lo sa
4. Ho dei bisogni esistenziali a cui sarebbe troppo facile voltare le spalle dicendo "io ho una fidanzata": con coraggio le affronto
5. Sono un artista, e un artista ha bisogno di esperienze coinvolgenti. Questo la mia ragazza non lo puo' capire
6. La mia ragazza rappresenta la stabilita' e l'infinito, perche' l'amore che le porto non e' paragonabile a quello che provo per altre donne, non la lascero' mai per questo ma altre donne mi danno emozioni intense
7. Ogni tanto sento che la vita mi mette alla prova e accetto la sfida
8. Questa societa' ci ha insegnato che pulsioni naturali sono religiosamente esecrabili: ma io non sono religioso, io ho coraggio.

Tutte le opzioni presentate mi sembrano riassumersi in una sola questione centrale: nessuna puo' essere come la mamma.



permalink | inviato da il 21/2/2006 alle 19:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa